Estratto da

Il Pianeta Marte

di Mentore Maggini

1939

pubblicato da Tòfol Tobal
Director, Observatori Astronòmic del Garraf, Barcelona, Spain

da Cap. II (p. 23):

Consideriamo la maggiore distanza a cui circola dal Sole il pianeta, si vede subito che il suo anno deve essere più lungo del nostro; più precisamente l'anno civile di Marte si compone di 668,6 giorni solari. Il calendario di quel pianeta si compone dunque di due anni lunghi 668 giorni e di un bisestile lungo 669 giorni; quindi : giorni di durata simile alla nostra, ma anni di durata quasi doppia.

Tentativi per comporre un Calendario de Marte sono stati intrapresi sopratuttto per opera degli astronomi americani Douglass e Pickering; quest' ultimo ha formato un Calendario che, sotto alcuni aspetti, somiglia al nostro: è composto di 12 mesi dei quali i primi nove contengono 56 giorni e gli ultimi tre 55 giorni; 7 giorni formano una settimana, 8 settimane un mese. Il pregio di questo Calendario è di avere fisse le date dei solstizi e deglil equinozi, come può vedessi qui sotto:

Equinozio di primavera    1 Marzo
Solitizio estivo 27 Giugno
Equinozio s'autunno 36 Settembre
Solstizio invernale 12 Dicembre
Perielio 31 Novembre
Afelio 31 Maggio

Produce un' impressione curiosa il vedere, per esempio, la data 36 Settembre, che nel nostro Calendario non esiste, ma ciò deriva dall' aver formato i mesi di 56 o 55 giorni. Queste date del Calendario marziano sono adoperate di frquente dagli osservatori, specialmente dal Pickering, e tengono il luogo delle posizione che occupa il pianeta nella sua orbita.